Capitolo 12 - Maghi, magie e le natiche di Babalon


L'atto di mentire diventa alter-isness, diventa stupidità.

Dizionario tecnico di Scientology


Così come il primo ricovero al Oak Knoll Naval Hospital, anche il secondo, nel settembre 1945, dura 3 mesi, ma questa volta non salvò un reggimento di marines da una malattia che nessuno sapeva curare. I medici erano molto incerti sulla diagnosi. Sicuramente non era cieco né azzoppato. Le cartelle mediche indicano che lamentava: mal di testa, reumatismi, congiuntivite, dolori al fianco, dolori di stomaco, dolori alla spalla, artrite, emorroidi, ecc. Sembra che non ci fosse fine alla sua sofferenza. A volte i medici riuscivano a trovare sintomi, altre volte no. A settembre, per esempio, fu dichiarato inabile al servizio per un'ulcera, ma a novembre i suoi disturbi vennero descritti come "minimi". Sorge il sospetto che Ron stesse semplicemente preparando il terreno per richiedere la pensione di invalidità come reduce, per la quale non perse tempo: il Sottotenente Hubbard venne "congedato" dalla Marina il 5 dicembre 1945, e il giorno seguente presentò domanda di pensione per distorsione al ginocchio sinistro, congiuntivite, ulcera duodenale cronica, artrite all'anca e spalla destra, malaria ricorrente e sporadico dolore al fianco sinistro e alla schiena. Sul modulo di richiesta, Ron scrisse che la moglie e i bambini vivevano con i suoi genitori fino a quando non fosse stato in grado di acquistare una casa. Si descrisse come uno scrittore freelance con reddito mensile pari a 0,00 $, mentre prima di entrare in Marina guadagnava 650 dollari al mese. Convinto di aver presentato una richiesta di pensione convincente, Ron lasciò l'Officer Separation Center di San Francisco al volante di una vecchia Packard con carrello al traino, entrambi acquistati di recente. Casa e famiglia erano su al nord, nello stato di Washington. Ma Ron si diresse a sud, verso Los Angeles, per un rendezvous con un mago in una bizzarra villa vittoriana di Pasadena.

John Whiteside Parsons, conosciuto dagli amici come Jack, era il rampollo di una famiglia di Los Angeles con ottimi agganci. All'epoca aveva 31 anni ed era un brillante scienziato, uno dei massimi esperti d'America in esplosivi. Aveva trascorso gran parte della guerra al California Institute of Technology, lavorando con un team che stava sviluppando motori jet e carburanti sperimentali per razzi, forse l'ultima persona che ci si sarebbe aspettati potesse adorare il Diavolo. Jack Parsons conduceva una straordinaria doppia vita: rispettabile scienziato di giorno, appassionato occultista di notte. Seguace di Aleistar Crowley, il mago e satanista inglese noto come "La Bestia 666", i cui esperimenti di magia nera gli avevano fatto guadagnare l'appellativo di "Uomo più vizioso del mondo", Parsons era affascinato dall'inebriante concetto di una dottrina che incoraggiava l'indulgenza in piaceri proibiti. Nel 1939 Parsons e la giovane moglie Helen entrarono a far parte dell'O.T.O., Ordo Templis Orientis, un'organizzazione internazionale fondata da Crowley dedita alla magia sessuale.

Alla morte del padre, Parsons ereditò una grande villa in un quartiere signorile di Pasadena. I residenti non accolsero bene l'arrivo del giovane Jack che trasformò l'elegante residenza in una pensione di dubbia reputazione. Affittarne le stanze era il solo modo che aveva Parsons per mantenerla. Il fatto non sarebbe stato di per sé disdicevole se Parsons non avesse pubblicato degli annunci specificando che avrebbe accolto unicamente artisti e bohemien. Fu così che le numerose stanze di 1003 South Orange Grove Avenue iniziarono a riempirsi di un assortimento esotico, polemico e peripatetico di nomadi e buoni a nulla. Attori e scrittori disoccupati, anarchici, artisti, musicisti e ballerine. Una grande varietà di tipi discutibili con i loro altrettanto discutibili amici. Feste rumorose si trascinavano per giorni, e quando gli ospiti non riuscivano a trovare un letto dormivano sul pavimento, a volte dimenticavano semplicemente di andarsene. I vicini si sentirono comprensibilmente a disagio, anche se sarebbero stati indubbiamente più allarmati se avessero saputo che la casa era la sede di un gruppo di magia nera che praticava riti sessuali della Ordo Templis Orientis.

Jack Parsons
Una volta due poliziotti si presentarono alla porta d'ingresso per indagare su una denuncia secondo cui la casa veniva usata per orge di magia nera. Dissero che era stato riferito qualcosa a proposito di una cerimonia in cui una donna incinta nuda doveva saltare attraverso un fuoco sacro, ma fecero chiaramente intendere che non davano credito alla storia. Parsons non ebbe difficoltà a convincerli di essere uno scienziato rispettabile e gli agenti se ne andarono senza perquisire l'edificio.

Tra i suoi interessi, Parsons coltivava anche la passione per la fantascienza, e i suoi amici "fantascientifici" si incontravano spesso nella sua cucina per interminabili discussioni. Uno di questi appassionati era un giovanotto di nome Alva Rogers, che alla fine divenne un "residente semi permanente"; sistemazione non del tutto insolita. Rogers era affascinato dalla casa, dal suo proprietario e dagli occupanti: «che le anime semplici non avrebbero accettato come inquilini».

Nell'estate del 1944 Helen Parsons lasciò il marito e fuggì con un altro membro della loggia da cui attendeva un bambino. Parsons si consolò con Sara Northrup, sorella minore della moglie, che all'epoca era una bellissima e vivace studentessa diciottenne della University of Southern California. Sara abbandonò gli studi e si trasferì da Parsons dove venne introdotta nell'O.T.O. In accordo con gli insegnamenti della "Bestia", Parsons incoraggiava Sara ad avere gioiosi rapporti sessuali con gli altri membri della loggia, o con chi voleva. Il fatto non avrebbe influenzato la loro relazione, spiegava orgogliosamente a chiunque, perché la gelosia era una vile emozione buona per i contadini ma indegna per l'illuminato.

Un pomeriggio dell'agosto del 1945 Lou Goldstone, noto illustratore di fantascienza e visitatore abituale di South Orange Grove Avenue, arrivò con L. Ron Hubbard, al momento in licenza dalla Marina. A Parsons Ron piacque immediatamente, forse riconoscendo in lui uno spirito affine, e lo invitò a trasferirsi alla villa per la durata della licenza. Ron, esuberante come sempre, non fu per nulla intimidito dalla compagnia e dall'ambiente; al contrario si sentì immediatamente a suo agio. Lo si poteva trovare quasi tutte le sere mentre intratteneva gli amici al grande tavolo della cucina, dove gli ospiti paganti erano soliti ritrovarsi, raccontando storie stravaganti sulle sue avventure. Una sera si sbottonò la camicia per mostrare le cicatrici lasciate dalle frecce scoccategli da un gruppo di indigeni nella giungla del Sud America.

Come chiunque altro nella casa, anche Rogers pensava che Hubbard fosse una personalità coinvolgente e divertente. Nieson Himmel, giovane reporter che divideva la stanza con Ron, rimase meno favorevolmente impressionato degli altri: «Per me era ovvio che si trattava di un fanfarone, un vero truffatore. Ma certo non era uno stupido. Era molto sveglio, un affascinante cantastorie. Parlava per ore delle sue esperienze e sembrava essere stato ovunque. Una volta disse di essere stato nello staff dell'Ammiraglio Halsey. Chiamai un amico che aveva lavorato con Halsey, il quale mi disse: stupidaggini, non l'ho mai sentito nominare. Non gli ero molto simpatico perché lo mettevo alla prova e cercavo di tendergli trabocchetti. Un giorno raccontò una storia su come una volta stesse camminando lungo i corridoi del British Museum quando all'improvviso era stato afferrato da tre scienziati che lo avevano trascinato in un ufficio, e avevano iniziato a misurargli il cranio perché, secondo loro, aveva una forma perfetta. Dissi "Accidenti Ron, è davvero una storia grandiosa, non l'ho già letta in George Bernand Shaw?” Un'altra volta raccontò di essere stato nelle Aleutine al comando di un cacciatorpediniere, e un orso polare era saltato sulla nave da un banco di ghiaccio e aveva iniziato a dare la caccia agli uomini a bordo. La riconobbi come una vecchissima storia popolare [la raccontò anche Orazio Nelson]. Era sempre al verde, sempre a chiedere soldi in prestito. E questa era un'altra ragione per cui non gli piacevo, non gli avrei mai prestato un centesimo. Ogni volta che parlava della sua precaria situazione diceva spesso che il modo più facile per far soldi era fondare una religione».

Parsons non condivideva la sfiducia di Himmel. Riteneva che Ron avesse grandi potenzialità magiche, e accettò il rischio di infrangere il suo giuramento solenne di segretezza facendo conoscere a Ron alcuni dei riti dell'O.T.O. Anche Sara era molto affascinata dal volubile ufficiale di Marina, al punto che ben presto iniziò a dormire con lui. Fedele al suo credo, Parsons cercò di fingere di non essere preoccupato da questi sviluppi, ma altri nella casa avvertirono tensione tra i due uomini. Himmel, egli stesso innamorato di Sara, era furioso all'idea che si fosse lasciata sedurre da Hubbard. «Sara era bellissima, la ragazza più fantastica, intelligente, dolce, meravigliosa che avessi conosciuto. Poi arriva Hubbard e inizia ad avere relazioni con una ragazza dopo l'altra della casa, e alla fine aggancia Sara. Non riuscivo a credere ai miei occhi. Eccolo lì, vivere della generosità di Parsons e farsi la sua ragazza proprio davanti a lui».

Sara Northrup

Nel Corso Come Migliorare il Tuo Matrimonio, imparerai le vere basi delle relazioni interpersonali ... e acquisirai abilità che potrai usare per rendere stabile il tuo matrimonio e per continuare a migliorarlo.

Come Migliorare il Tuo Matrimonio


Anche Alva Rogers si era accorto che Parsons soffriva, «anche se i tre continuavano a mantenere una facciata di immutata cordialità, l'atmosfera nella casa divenne carica di tensione». Ciononostante Parsons rimaneva convinto che Ron possedesse poteri eccezionali. Dopo la partenza di Ron, che doveva ripresentarsi al Oak Knoll Naval Hospital, Parsons scrisse al suo "Amatissimo Padre" per aggiornarlo sugli eventi: «Circa tre mesi fa ho incontrato il Capitano L. Ron Hubbard e siamo diventati grandi amici ... Da alcune delle sue esperienze ho dedotto che è in contatto diretto con qualche intelligenza superiore, forse il suo Angelo Custode. Ha descritto il suo Angelo come una bellissima donna alata dai capelli rossi, che lui chiama l'Imperatrice e che l'ha guidato per tutta la vita, e l'ha salvato in numerose occasioni. È la persona più telemica che abbia mai conosciuto, ed è in accordo completo con i nostri principi … Ho bisogno di un partner magico. Ho in mente molti esperimenti …».

Jack Parsons
Ai primi di dicembre del 1945, dopo essere stato congedato dalla Marina, ancora in uniforme Ron si presentò di nuovo a South Orange Grove Avenue. Parcheggiò Packard e carrello sul retro della casa, e rientrò nella vita complicata ed enigmatica di Jack Parsons e Sara Northrup. Con grande e segreta pena di Parsons, Ron e Sara ripresero subito la loro relazione. Parsons era deciso a vincere ciò che considerava un'emozione vile. «Passare attraverso un cimento di amore e gelosia umane mi ha fatto soffrire» annotò sul suo "Diario Magico", ma «in Ron ho scoperto un compagno leale … Ron ed io continueremo i nostri progetti per l'Ordine». Erano progetti senza precedenti che avrebbero allargato le frontiere del mondo occulto: con l'assistenza del nuovo amico intendeva provare a creare un "Moonchild", il bambino magico «più potente di tutti i re della terra», la cui nascita era stata profetizzata da Crowley nel Book of the Law oltre quarant'anni prima. Secondo Aleistar Crowley «il grande sogno dei maghi di tutti i tempi» era la creazione di un Anticristo, un «essere con sembianze umane, che possegga quelle qualità dell'uomo che lo distinguono dalle bestie, vale a dire intelletto e potere della parola, ma che non sia generato come l'uomo né abitato dall'anima umana». Per trovare una madre al nuovo Messia, Parsons immaginava l'invocazione dello spirito della "puttana di Babilonia", la donna scarlatta delle Rivelazioni di San Giovanni. (“E scorsi una donna seduta su una bestia selvaggia di colore scarlatto ch’era piena di nomi blasfemi e che aveva sette teste e dieci corna. E la donna era vestita di porpora e scarlatto, ed era adorna di oro e pietra preziosa e perle e aveva in mano un calice d'oro pieno di cose disgustanti e delle cose impure della sua fornicazione. E sulla sua fronte era scritto un nome, un mistero: ‘Babilonia la Grande, la madre delle meretrici’.” Apocalisse, 17, 3-5)

Babalon, la puttana di Babilonia
Il 4 gennaio 1946 Jack Parsons iniziò gli elaborati rituali idonei a invocare la donna scarlatta il cui destino era di essere la madre del moonchild. A beneficio dei futuri maghi, tenne un dettagliato resoconto quotidiano che sarebbe stato chiamato il "Libro di Babalon". Il rituale notturno continuò per undici giorni. Parsons annotò che il secondo e il terzo giorno si era alzata una forte bufera di vento, ma ovviamente sperava in risultati più eclatanti. Fu solo dopo dieci giorni che il mago riuscì a riferire un incoraggiante avvenimento misterioso: «L'impianto di illuminazione della casa è venuto meno verso le 21,00. Un altro mago [Hubbard] che era in casa e stava studiando con me, stava portando in cucina una candela quando è stato violentemente colpito sulla spalla destra, e la candela gli è sfuggita di mano. Mi ha chiamato e abbiamo osservato una luce giallastra ad un'altezza di circa due metri. Ho brandito una spada magica ed è scomparsa. Il braccio destro gli è rimasto paralizzato per il resto della notte».

Il mattino seguente i maghi erano occupati in faccende più prosaiche: la costituzione di una società, la "Allied Enterprises". Avrebbero acquistato natanti sulla costa orientale, trasportati via mare in California e lì rivenduti. Non si trattava di una intesa finanziariamente paritaria: Parsons sborsò oltre 20.000 $, Ron 1.200 e Sara non contribuì affatto. La sera i tre soci ripresero le loro attività magiche e si verificò un ulteriore strano incidente che coinvolse nuovamente Ron che rivestiva il ruolo di scriba. Parsons annotò che lo scriba ebbe «una specie di visione astrale» in cui vide uno dei suoi vecchi nemici in piedi dietro di lui, vestito di una tunica nera. Prontamente Ron gli lanciò quattro coltelli che inchiodarono il fantasma alla porta. «Più tardi, nella mia stanza» scrisse Parsons, «sentii dei colpi e una voce che gridava "liberatemi"». Tre giorni dopo il mago e il suo scriba si avventurarono nel deserto del Mojave per una oscura missione esoterica. Al tramonto, pervaso da un senso di benessere, rivolto a Ron Parsons disse semplicemente «È fatto». Quando i due tornarono a South Orange Grove Avenue, trovarono ad aspettarli la "donna scarlatta".

Si chiamava Marjorie Cameron e in realtà non era molto diversa dalle giovani donne anticonformiste che gravitavano attorno alla pensione bohemien di Pasadena, ma Parsons era certo trattarsi della futura madre dell’Anticristo; non ultimo per il fatto che era impaziente di partecipare a riti di magia sessuale.

J. Parsons e M. Cameron
Verso la fine di febbraio Ron si recò sulla costa orientale, forse per sondare il mercato dei natanti per conto della Allied Enterprises e Parsons si inoltrò da solo nel deserto del Mojave per compiere l'invocazione alla dea Babalon, la quale gli dettò il suo testo sacro, ovviamente nel pittoresco stile biblico: «Sì, sono Io, Babalon. E questo è il mio libro…». Parsons era convinto di aver ricevuto istruzioni per la fecondazione della sua donna scarlatta, anche se ai non credenti non sarebbe risultato immediatamente ovvio: «Adesso è l'ora della nascita. Ora il mio adepto sarà crocefisso nella residenza del Basilisco. Dovrai dare le tue lacrime, il tuo sudore, il tuo sangue, il tuo seme, il tuo amore, la tua fede». Alcune parti del messaggio erano sospettosamente contingenti: «tu sciocco, sii anche tu libero da sentimentalismi. Sono io la regina del villaggio e tu uno studente di liceo, che deve ficcare il naso tra le mie natiche». Parsons tornò a Pasadena in stato di agitazione fortemente accresciuta quando, il giorno successivo, il compagno di magia tornò annunciando di avere avuto la visione di «una donna bellissima e selvaggia che cavalcava nuda una bestia dalle sembianze feline». La donna aveva un messaggio urgente da consegnare.

Quella notte, nel tempio i due maghi erano pronti a ricevere il messaggio. Hubbard lo scriba indossava una tunica bianca con cappuccio e reggeva una lampada; Parsons, il sommo sacerdote, aveva una tunica nera e reggeva coppa e stiletto. Un registratore diffondeva in sottofondo (su suggerimento di Hubbard) una musica, "L'Isola della Morte" di Rachmaninov. Alle otto Hubbard comunicò il suo messaggio dal mondo astrale: «Ecco i preparativi. Tessuto verde dorato, cibo per la Bestia su un piatto nascosto dietro l'altare. Verrà svelato solo dopo che le porte saranno state imbullonate. Trasgressione è morte. Retro dell'altare maggiore. Preparare istantaneamente. Accendere la prima fiamma alle 22,00 del 2 marzo 1946. L'anno di Babalon è 4063».

L'isola dei morti, di A. Böcklin, che ispirò a
Rachmaninov l'omonimo poema sinfonico.
Pallido e sudando copiosamente Hubbard riposò per qualche istante, poi continuò: «Alle dieci preparare una scatola di oscurità. Ungere con il proprio sangue il vascello che contiene la fiamma. Distruggere sull'altare una cosa di valore. Rimanere in perfetto silenzio e prestare attenzione alla voce della Nostra Signora. Non parlare a nessuno di questo rituale o della sua venuta … Mostrare se stessi alla Nostra Signora; dedicarLe musica d'organi, dedicarLe il tuo cuore, dedicarLe la tua mente, dedicarLe la tua anima, perché Lei ti assorbirà, e diverrai la fiamma vivente prima che Lei si incarni». Quando Hubbard finì di elencare le istruzioni, la donna scarlatta venne condotta al tempio, e mentre lo scriba presso l'altare recitava la formula astrale, l'arrapato sommo sacerdote inseriva la sua "bacchetta magica" nella donna scarlatta. Questa la formula astrale intonata dallo scriba: «Abbracciala, coprila di baci. Pensa alle cose indecenti e lascive che potresti fare. Tutto è buono per Babalon. Tutto. Sua è la lussuria, tua è la passione. Considerati la Bestia che stupra».

Mentre Parsons si inquietava con la responsabilità di aver generato il figlio della "puttana di Babilonia", il suo fedele scriba era assorto in problemi molto più effimeri. Avendo contribuito alla Allied Enterprised con i suoi magri risparmi, aveva disperato bisogno di soldi. Da quando aveva lasciato la Marina non era riuscito a scrivere praticamente nulla, e sua moglie stava perdendo la pazienza per il mancato sostentamento dei bambini. Polly si era trasferita dai genitori di Ron, ma aveva comunque bisogno di soldi per se stessa e i bambini e non senza ragione si aspettava che fosse il marito a provvedere anziché i suoceri.

I problemi di Ron non erano tanto l'essere al verde (nulla di insolito), quanto l'aver toccato il fondo con i residenti di South Orange Grove Avenue: aveva ormai chiesto soldi a chiunque. A febbraio gli era stata assegnata una pensione di 11,50$ al mese, sulla base di un'invalidità del 10% provocata dall'ulcera; il 18 marzo, assolti i compiti di scriba di magia nera, presentò un reclamo. Esibì una nuova drammatica invalidità che aveva dimenticato di citare nella richiesta originale: «Ho perso tra il 60 e l'80% della vista» scriveva sulla sua caratteristica carta da lettere intestata, «considerando la mia professione di scrittore, l’incapacità a leggere o usare gli occhi influisce seriamente sul mio reddito. Non posso lavorare a lungo, né in condizioni anche minimamente avverse. Attualmente le mie entrate, unicamente a seguito dei danni riportati in servizio, sono pari a zero. Sareste così cortesi da consigliarmi come ottenere una pensione più cospicua?».

Ma il suo bisogno di denaro era urgente e la soluzione era convincere Parsons che era giunto il momento di attivare la Allied Enterprises. Verso la fine di aprile 1946 Ron e Sara partirono per la Florida con 10.000 dollari prelevati dal conto della Allied Enterprises, al fine di acquistare uno yacht da rivendere in California. Sembrava un accordo d'affari semplice e sensato, anche se Parsons non sapeva che il 1 aprile Ron aveva scritto al Capo del Personale della Marina per richiedere l'autorizzazione a lasciare gli Stati Uniti e recarsi in Sud America.

Dopo che per settimane Ron e Sara non diedero notizie, Parsons si rese conto che donna, amico e dollari avevano preso il volo. A un altro membro della loggia O.T.O., Louis Culling, giurò che si sarebbe ripreso i suoi soldi e avrebbe sciolto la società. Quando il giorno seguente Ron chiamò dalla Florida, a carico, Culling si rese conto che Parsons era completamente dominato da Hubbard: non fece cenno al suo malumore e non disse nulla sullo scioglimento della società. Iniziò invece a scherzare come se non avesse un pensiero al mondo, e concluse la telefonata dicendo «spero che saremo sempre soci, Ron».

Mentre i compagni dell'O.T.O. avevano da tempo capito che Fratello Parsons era stato imbrogliato, dal canto suo Fratello Parsons stava lentamente giungendo alla medesima conclusione e, alla fine di giugno, fece le valige e prese un treno per l'Est, deciso a rintracciare gli amanti turlupinatori e riprendersi i suoi soldi. All'arrivo a Miami Parson scoprì che la Allied Enterprises aveva già acquistato tre imbarcazioni: due schooner, l'Harpoon e il Blue Water II, e uno yacht, il Diane. Per l'acquisto degli schooner Ron aveva acceso ipoteche per oltre 12.000$. Parsons riuscì a localizzare l'Harpoon, ma non c'era traccia di Ron e Sara. Il Blue Water venne trovato ai moli sul fiume Miami; ma anche in questo caso a bordo non c'era nessuno. Qualche sera dopo Parsons ricevette una telefonata dal porto: l'Harpoon aveva issato le vele quel pomeriggio alle cinque, Ron e Sara erano a bordo ed evidentemente intendevano darsi alla fuga.

Nel suo hotel di Miami Parsons indossò i paramenti e con la sua bacchetta magica tracciò un circolo sul pavimento per officiare il "Rito della Cacciata dal Pentagramma" e invocare Bartzabel di cui stava cercando l'aiuto per fermare i soci in fuga. In una lettera a Crowley, descrisse il risultato altamente soddisfacente: «appena al largo l'imbarcazione è rimasta vittima di una bufera che ha strappato le vele e costretto Ron a tornare al porto dove ho preso in custodia la barca». Il 1° luglio il mago scelse di non scomodare nuovamente Bartzabel, ma di rivolgersi invece alle autorità per una denuncia contro Ron e Sara. Un curatore fallimentare si occupò dello scioglimento della Allied Enterprises e venne emesso un ordine restrittivo che proibiva agli imputati di lasciare Miami. L'11 luglio i tre soci firmarono un accordo con cui scioglievano la società. Ron e Sara consegnarono il Blue Water e il Diane e accettarono di pagare metà dei costi legali sostenuti da Parsons. Da parte sua, questi permise ai due di tenersi l'Harpoon in cambio di una cambiale da 2.900$ a copertura della sua quota nello schooner. Jack Parsons tornò a Pasadena convinto di aver fatto il miglior accordo possibile. Non avrebbe mai più rivisto la sua ex amante, né il suo ex migliore amico, né i suoi ex 2.900$.

A Miami Ron si ritrovò al solito stato di ristrettezze. Il problema più impellente era trovare il modo di pagare l'ipoteca da 4.600 $ ancora pendente sull'Harpoon. Ron si aggrappò alla speranza di strappare una pensione più alta. Il 4 luglio, trascorse gran parte della giornata festiva componendo un nuovo commovente appello per ottenere più soldi, presentando l’ennesima nuova invalidità non menzionata in precedenza: una «infezione ossea cronica e inabilitante». Sul modulo di richiesta, dipinse il quadro straziante di un reduce che combatteva coraggiosamente contro invalidità che arrivavano al 100%. La sua iniziale ulcera duodenale si era misteriosamente moltiplicata: le sue «ulcere», sottolineava, lo avevano costretto ad abbandonare la vecchia professione di «marinaio ed esploratore» e impedivano il lavoro di scrittore. «Non posso fare nulla che coinvolga il sistema nervoso senza cadere pericolosamente ammalato». Per quanto riguarda la vista, adesso aveva difficoltà a leggere per più di tre o quattro minuti senza soffrire di forti emicranie, rendendogli praticamente impossibile fare ricerche. Faceva notare che i suoi problemi erano iniziati dopo «la prolungata esposizione alla luce tropicale del Pacifico». Inoltre si ritrovava azzoppato in seguito ad una infezione ossea all'anca destra, contratta alla Princeton University a causa «del passaggio improvviso dal clima tropicale a quello umido e freddo di Princeton». Non riusciva a camminare senza provare dolori atroci. «La mia capacità di guadagnare è scesa a zero, a causa dei danni subiti in servizio. Prima della guerra guadagnavo 1.000 $ al mese come scrittore. Ora non posso più svolgere quella professione ed ogni tentativo di trovare un'altra occupazione è fallito a causa dei miei problemi fisici». A sostegno del suo caso Hubbard convinse Sara a scrivere all'amministrazione presentandosi come una vecchia amica che forniva un racconto a conferma del rapido deterioramento della sua salute.

Di fronte all'impossibilità di pagare l'ipoteca, Ron decise di vendere la barca nella speranza di liberarsi dei debiti più pressanti. Di nuovo solvibile, chiese a Sara di sposarlo. Lei accettò e il 10 agosto 1946 la ventunenne Sara Northrup e il trentacinquenne L. Ron Hubbard contrassero matrimonio con una semplice cerimonia a Chestertown, in Maryland. Per una strana coincidenza Chestertown era a sole trenta miglia da Elkton, dove nel 1933 L. Ron Hubbard aveva impalmato Polly Grubb. Sara non sapeva nulla di Polly, e non aveva idea che il marito fosse già stato sposato. Non sapeva nemmeno che non aveva mai divorziato.

Jack Parsons vendette la vecchia villa e sposò Marjorie Cameron, la sua donna scarlatta. Fu un matrimonio tragicamente breve. Il pomeriggio del 20 giugno 1952 Parsons era al lavoro nel garage che aveva trasformato in laboratorio, quando ci fu una violenta esplosione. L'inchiesta appurò che l'esplosione era stata causata dall'accidentale rovesciamento di una fiala di nitroglicerina, ma nessuno seppe spiegarsi come un professionista di tale esperienza in esplosivi potesse avere accidentalmente rovesciato una fiala di nitroglicerina.

Jack Parsons e Marjorie Cameron


Hubbard smantellò la magia nera in America … venne inviato a occuparsi della situazione. Andò a vivere nella casa e indagò sui riti di magia nera e sulla situazione generale, scoprendola molto seria … la missione di Hubbard ebbe successo oltre ogni aspettativa. La casa venne fatta a pezzi. Hubbard salvò la ragazza che stavano usando. Il gruppo di magia nera fu disperso e non si riprese mai più.

Dichiarazione della Chiesa di Scientology, dicembre 1969



(cap. precedente  -  cap. successivo)



4 commenti:

  1. il grande GINI è un Magi reale e molto potente che ha aiutato così tante persone in tutto il mondo. Lui mi ha aiutato anche miei amici e parenti in molti modi. Come mio marito me ho lasciato il grande Gini contattato a causa di un'altra donna e gli raccontò tutto e mi ha calmato. Dopo aver fatto il suo lavoro, mio marito ha funzionato ancora una volta in due giorni come mi ha detto. Ha curato il mio cancro zio. Grazie per il grande Gini. Come contattare con il Dr. GINI, ora il suo e-Mail < giniwonderspell@yahoo.com > dr-Gini lui vi aiuterà. Contatto con lui presto.

    RispondiElimina
  2. il grande aliGINI è una vera genuina ed un mago molto potente che ha aiutato così tante persone in tutto il mondo. Lui mi ha anche aiutato miei amici e parenti in molti modi. Quando mio marito mi ha lasciato per un'altra donna ho contattato il grande gini e ci ha spiegato tutto a lui e mi ha calmato. Dopo aver fatto il suo lavoro, mio marito corse indietro a me in 2 giorni come ha detto. Ha anche curato il cancro di mio zio. Grazie alla grande gini. Contatta Dr aliGINI ora sul suo e-mail < giniwonderspell@yahoo.com > dr-gini lui vi aiuterà. Contattarlo rapidamente.

    RispondiElimina
  3. Benvenuti alla grande magia kazuzu Tempio
    Dove posso ottenere
    soluzione a tutti i vostri problemi
    Vuoi essere ricco, famoso, vi auguro

    prosperità in
    vostra azienda,
    il tuo ex indietro a voi, voglio persone
    di amarti, successo nel vostro
    esame, vincere le scommesse, voglio vedere

    la visione,
    avete bisogno di promozione per
    Lavoro, avete bisogno di guarigione per

    tutti i tipi di
    malattie e molto più semplicemente
    Contattare kazuzu e risolvere il tuo
    problemi di messaggistica ora
    sarà risolto. CONTATTACI su
    (kazuzuspellcaster@outlook.com)

    RispondiElimina
  4. Mi si chiama Babatunde Moussa, figlio dei dei tutti potenti che mi hanno dotato di poteri soprannaturali dalla mia adolescenza. Sono conosciuto molto per l'efficacia e la precisione dei miei lavori, anche conosciuti per il termine ed il grado di soddisfazione dei miei clienti. Con più di 20 anni di esperienza al mio attivo, sono all'origine della felicità, del successo e della ricchezza di molte persone situati un po' dovunque nel mondo, e tutto questo, per la combinazione dei potenti sorti Vudù ed un'utilizzazione senza faglia della magia nera, senza pericolo. Avete divertito dei vostri problemi e stesso della vostra vita al punto dove ne volete finire, più di preoccupazioni. Siete caduti infine sulla buona persona. I miei campi di intervento raggruppano la vita accademica, professionale, sentimentale, sanitaria e finanziaria. Quale queste domande sono chi vi tormentano ed alle quali non avete trovato di soluzioni? Voi che desiderate : -ricuperare il vostro amico/amica/marito/donna qualunque sia la durata di separazione ;  -conquistare una nessuno per cui il vostro cuore brucia di passione ; -provocare o evitare la separazione o il divorzio ; -sbloccare la sua vita sentimentale ed attirare sua anima-sorella ;  -salvare un amico che subisce l'influenza di una persona ; -cercare, ottenere e mantenere durevolmente un impiego molto molto pagato ; -dominare o fermare la vostra gelosia o quella del vostro partner ; -finire ne con la sfortuna una buona volta per tutte ; -intraprendere, indovinare i vostri affari, ingrandire la vostra impresa e trovare dei buoni mercati e partner, ; -calmare gli affari di polizia o di giustizia ; -concepire dei bambini ; -attirare il denaro; - avere una fortuna illimitata ai giochi di caso; - proteggere la vostra coppia o la vostra famiglia ; -essere protetto contro gli spiriti malefici, la stregoneria e gli incidenti ; -attirare molti uomini o di donne ; -pagare i vostri debiti;; -ottenere dei prestiti; -ottenere delle carte per viaggiare all'esterno; -fare un patto col diavolo per la gloria, il successo, la felicità e la ricchezza; -migliorare la redditività della vostra impresa ed attirare più di clientele; -avere dei portafogli o zucche magiche che vi riporteranno in media 1000 000 qualunque sia la moneta del vostro paese; -riuscire brillantemente agli esami e concorsi ; Voi che avete di altri problemi che non sono enumerati sull'elenco, non restate nell'angoscia perché non c'è problema senza soluzione veloce e duratura con me. I miei rituali attireranno verso voi il denaro e la fortuna in tutti i vostri affari ed una riuscita totale nella vostra vita, sono dei rituali semplici e rapide. Basta appena seguire le mie istruzioni e di fare ciò che vi chiedo ed i risultati sono veloci ed efficaci. Ovunque siate nel mondo, sarete soddisfatti perché il potere dei rituali è effettivo.
    COME IO UNIRE? Molto semplice, ve mi basta : contattare al mio indirizzo maglio « babatundemoussa17@gmail.com » Contattare al mio numero « whatsapp » che ha: +229 608 159 84 Col Grande il Dottor Babatunde Moussa, la risoluzione dei vostri problemi è assicurata.

    RispondiElimina